Un mondo che non è

Un mondo che non è

2 mesi ago 0 Di -

” UN MONDO CHE NON É” 
una non-poesia di Chico Forti

Immagina un mondo dove il tempo è una clessidra aperta
dove nulla di ciò che fai è per libera scelta
spogliato della tua libertà e del tuo orgoglio
un mare circondato da estranei, tu l’unico scoglio
immagina un mondo dove ti dicono che cosa devi e puoi fare
un mondo dove le richieste sono a dir poco, rare
immagina un mondo dove senti una voce darti del lei e fai fatica a respirare
dove non sai quando sara’ la prossima volta che la potrai ascoltare
un mondo dove non puoi scegliere a chi vuoi telefonare
perché al di fuori qualcuno lo deve autorizzare
un mondo dove le dispute si risolvono col ferro
nel pozzo poi, l’unico sguardo è quello d’uno sgherro
un mondo dove non si usa un letto, ma una panchina
dove comunque la sveglia è alle cinque di mattina
un mondo dove all’aperto devi camminare su di una striscia gialla
dove ogni pranzo è in una mensa più sporca d’una stalla
un mondo dove non puoi esternare nè passione nè dolore
chi lo fa per te è uno sconosciuto mediatore
immagina un mondo dove ti ordinano come operare
e dove ogni giorno ti è detto che non puoi parlare
immagina un mondo dove vivi in un perimetro d’odio extraplanetare
dove tutto ciò che fai è obbedire ed aspettare.
Immagina un mondo dove non hai una voce
dove non puoi pensare per via del rumore atroce
un mondo dove lavori senza la minima retribuzione
dove ti fanno sentire insignificante in ogni tua azione
un mondo dove il tempo trascorre al passo d’una lumaca bolsa
dove la tua speranza è l’attesa d’una lettera dentro una borsa
un mondo dove mangi cosi’ in fretta che il cibo non tocca il palato
non ti sembra questo un mondo che è, a dir poco, malato?
Immagina un mondo recintato, un mondo che non ha mai visto un prato
un mondo dove il più grande desiderio è di riuscire a spezzare le catene.
mi pare ovvio che un mondo cosi’ non ti può far sentire bene
e finalmente apri gli occhi, usi la mente, ed inizi a comprendere…
io vivo in questo mondo, per quanto ancora dovrò attendere?