Il vero sopravvissuto

Il vero sopravvissuto

6 mesi ago Off Di .

”Il vero sopravvissuto ”

 

Il vero sopravvissuto

non è il più forte e nemmeno il più sano…

È quello che sa adattarsi ai cambiamenti imprevisti.

Io l’ho imparato a mie spese, molto velocemente…

Dietro queste mura è un must, non un’opzione ..

Ma se fosse una scelta, allora sarebbe una “Hobson’s choice”, una scelta obbligata!

Questi ultimi giorni sono di gran lunga i più duri.

Sarà l’incertezza,

sarà la disperata voglia di tornare a casa…

Dove sarò circondato da veri amici che mi vogliono bene per la semplice e nuda entità, non per convenienza …

Una prova più potente di leale e reale amicizia non esiste.

Non ho soldi,

non ho potere,

le uniche cose che rimangono veramente in mio possesso

sono il mio cervello, la mia determinazione, la mia volontà e il mio amore.

Nessuno me li porterà mai via

e questa è la mia ricchezza.

Di tutto questo ho molto da offrire…

Qui sono circondato dalla feccia dell’universo,

come descrisse dettagliatamente il conduttore radiofonico Paul Harvey durante il suo famoso programma radiofonico “and the rest of the story…”.

Credo che sia più facile per voi (e sicuro per me), googlare il suo nome insieme a “prigione”.

Ma anche in un oceano di feccia, imparo a cercare chiazze fluttuanti di decenza.

Non sono molte, ma qualcuna si trova.

Figli per lo più prodighi o riscattati…

Che si pentono, essendo in grado di dire ”mi dispiace”.

Ci vuole coraggio… Soprattutto qui.

La stragrande maggioranza, infatti, mantiene impenitente il vecchio comportamento.

Per la maggior parte di quelli con una data di rilascio, il periodo di incarcerazione è un modo per imparare a diventare un criminale migliore, in modo da non farsi prendere la volta successiva…

L’affermazione più popolare è: “se mi beccano, scenderò come l’ultimo uomo in piedi…”

Chiaramente sono molto limitato su quello che posso dirvi di questo posto, ironicamente ancora più limitato nel dirvi le mie piene opinioni, i miei totali pensieri…

Sono una testimonianza vivente del fatto che non dovremmo mai arrenderci, non importa quanto oscure possano essere le condizioni, il futuro, l’anima.

 

Non smettete mai di sognare

e sarete sempre vivi,

perché sarete sempre liberi,

non importa quante tonnellate di catene vi metteranno addosso …

 

Dovremmo tutti celebrare questo giorno come un’occasione per mirare ad un mondo migliore,

dove la libertà di mente e del corpo sarà eguagliata ad aria fresca e acqua pulita.

Grazie a tutti voi, sono in grado di essere un sopravvissuto…